Che sia perché hai adottato un nuovo cane, o perché ne ospiti uno di famiglia o semplicemente per far conoscere il tuo nuovo arrivato al cane dell’amica o dell’amico con cui sei sempre,
il problema di come organizzare il primo incontro tra due cani è una delle questioni che mi ritrovo ad affrontare più spesso.

Appuntamento fra cani. Partiamo subito da cosa NON fare, che è in realtà la cosa che succede più spesso: portare il cane A, a casa del cane B, magari addirittura dentro casa ed aspettarsi che tutto vada bene.

Si certo, talvolta il cane di casa è felicissimo di avere ospiti e cominciano subito a giocare, molto più spesso invece il primo incontro si trasforma in un incubo da cui poi è difficile uscire.

Se ci pensi è ovvio, tutti sappiamo che il cane è un animale territoriale, ma poi ce ne si dimentica perchè prende il sopravvento la parte “Disney” nella quale ci immaginiamo gli animali ballare e cantare assieme.

 

Lascia stare Cenerentola e seguimi in un percorso più oggettivo.

1. Cerca di prevedere come andrà l’incontro tra i due cani considerando le differenze di età, di genere, di tipologia, di territorialità e di carattere.

Ad esempio un cane adulto normalmente mal sopporta un cucciolo, uno territoriale avrà difficoltà con qualsiasi altro quadrupede, un animale super socievole accoglierà con piacere qualsiasi ospite della stessa indole.

 

Una volta che hai fatto la tua analisi, trai la seguente conclusione: da 1 a 10 quanto è probabile che i cani vadano d’accordo subito?

Tanto più il numero si avvicina a 1 (minima probabilità) tanto più ci vorrà tempo per far si che i due cani comincino ad accettarsi.

2. Andate a fare una passeggiata assieme.

Trova una strada tranquilla, che sia un luogo neutro per entrambi, magari senza troppi stimoli e camminate assieme, subito senza lasciare annusare i cani, semplicemente camminate.

Passo dopo passo i cani cominceranno prima ad osservarsi poi ad annusarsi e poi pian piano ad interagire. Con che velocità dipende dal fattore che hai stabilito sopra. Se due cani hanno scarse probabilità di andare d’accordo potrebbero volerci diverse passeggiate prima che si possano annusare.

La chiave è sempre quella: non avere fretta.

Una volta che i cani saranno a loro agio nella passeggiata potrai passare alla fase 3

3. Lasciateli liberi in un zona neutra per entrambi, senza usare cibetti, palline o quant’altro.

Andate ad esempio in un’area di sgambamento, ma anche li non state fermi, continuate a camminare anche dentro il recinto.

Com’è andata? Bene? ok, allora ora fermatevi e lasciate interagire i cani.

Tutto bene?  si, allora tirate fuori due premietti e chiedete loro di sedersi.

Lo fanno senza litigare?

Se si, continuate a far condividere loro ancora alcune esperienze prima di passare alla fase 4.

4. Entrate in casa assieme.

Incontratevi per strada coi cani al guinzaglio, andate a fare una mini passeggiata e provate a entrare in casa uno dopo l’altro.

Tutto bene?

Sedetevi a un tavolo e fate due chiacchiere coi cani legati.

Tutto bene?

Se si ora sganciate il guinzaglio. A questo punto non dovrebbe più succedere nulla.

In caso contrario vai via velocemente e come si dice dalle mie parti “dacci a mucchio”, che vuole dire lascia perdere. La prossima volta da quegli amici ci andrai senza cane!

Se invece la situazione è più problematica perchè l’altro cane non è un amico, ma un nuovo membro della famiglia allora prova con quello che ti ho detto, se la probabilità di amicizia (vedi punto 1) è piuttosto alta, se no, rivolgiti ad un educatore che ti accompagni in questo percorso.