Stamattina mi scrive Camilla, ha un maltesino che ama abbaiare dal balcone a tutti i cani che passano sotto casa sua. Mi chiede se è una cosa normale o rientra tra i problemi comportamentali.

A lei ho deciso di rispondere in modo pubblico, poiché è una domanda che mi viene fatta da molti.

Come sempre, partiamo dall’inizio.

C’era una volta un cane “originale” ancora poco manipolato dall’uomo. Quel cane, da adulto, abbaiava per indicare ai propri compagni situazioni tendenzialmente di disagio o di pericolo.

Ai nostri antenati questo abbaio risultava molto utile, ma c’era un problema.
I primi cani abbaiavano solo a quello che LORO ritenevano un pericolo: tipo un orso o un altro cane, ma non facevano un fiato se, ad esempio, si avvicinavano uomini di altre tribù.

D’altro canto, per il cane, i bipedi sono portatori di cibo per cui, quando arrivava un uomo, più che segnalare un pericolo si preparavano a fare le feste.

Peccato che l’uomo ha come nemico più grande se stesso, per cui gli antichi cominciarono a preferire i cani che abbaiavano “alla qualunque”.

Fu così che, generazione dopo generazione, rendemmo animali mediamente silenziosi in “casinisti seriali”.

Considerando questo, credo che parrà evidente a tutti quanto l’abbaio non possa essere considerato in alcun modo un problema comportamentale.

Ciò nonostante, quando frequenza e insistenza superano le quote normali, ossia l’abbaio diventa non più mezzo comunicativo ma una sorta di sfogo, ecco che questo può diventare un campanello d’allarme che ci indica che a livello emotivo qualcosa non va.

In pratica, se il cane abbaia ad un altro mentre questo passa nelle vicinanze della proprietà è normale.
Se invece continua nella mezz’ora dopo, quando quell’altro ormai è passato, o si mette ad abbaiare insistentemente alla luna, ecco che questo deve metterci in allerta.

Nel secondo caso, infatti, l’abbaio diventa segnale di solitudine, noia o frustrazione. È quindi più che opportuno consultare un educatore cinofilo per capire cosa si può fare per migliorare la qualità della vita del piccolo soggetto.

Tornando al tuo cagnolino, Camilla, onestamente credo che non ci sia nulla di male se il tuo Maltese abbaia a un altro cane che passa davanti a casa sua.
Ciononostante, una chiacchierata con un educatore che veda il tuo cane in azione non può di certo far male.
Potrà aiutarti a capire meglio certi comportamenti e a gestire in modo più efficace altri poiché, tante volte, piccole accortezze fanno la differenza, soprattutto quando il vero problema non sono i cani, ma i vicini lamentosi